Cosa dobbiamo sapere della connettività degli hard disk esterni

Possiamo dire che la maggior parte degli hard disk portatili che sono presenti sul mercato presentano ad oggi la stessa connettività, ossia si fondano sullo standard della presa Usb 3.0, che essenzialmente ci assicura una velocità di trasferimento dei dati che può arrivare anche fino a 5 Gbps teorici e 625 MB al secondo reali. Questo non significa che tutti gli hard disk esterni hanno la stessa velocità, infatti possiamo trovare diversi modelli e diverse tecnologie. Abbiamo come detto la tecnologia Usb 3.1 di prima generazione che ci può assicurare una velocità di trasferimento dati identica al 3.0 ossia di 5 Gbps teorici e 625 MB al secondo reali. Ma troviamo anche la tecnologia Usb 3.1 di seconda generazione, che arriva fino a una velocità di trasferimento dati pari a 10 Gbps teorici e 1250 MB al secondo reali. Inoltre è possibile trovare anche modelli con la tecnologia Usb 2.0 che è più datata, ed ha una velocità di 480 Mbps teorici non arrivando alle prestazioni di velocità massime che troviamo offerte dal 3.0 e 3.1

Lo standard Usb 3.0 è diciamo un evoluzione di quello che era il 2.0, ed è retro-compatibile con quest’ultimo, perciò significa che un hard disk esterno 3.0 può funzionare senza alcun problema su un computer che è dotato solo di porte 2.0. Ovviamente avrà una velocità di trasferimento limitata. La tecnologia Usb 3.1 è diciamo l’ulteriore evoluzione compatibile delle precedenti, ma occorre prestare attenzione dato che spesso viene associata all’utilizzo di connettori Usb Type-C che sono diversi dai connettori usati normalmente.

I connettori Usb Type-A e Type-C hanno delle differenze che sono legate allo standard di forma. Sulla gran parte dei computer infatti siamo ormai abituati a vedere il modello Usb Type-A, che è poi il connettore classico e ha una sola direzione. Il modello più recente Type-C ha invece la proprietà di potersi infilare in entrambi i versi. Quindi per utilizzare questo nuovo tipo di connettività bisogna avere un computer che è effettivamente dotato di porte Usb Type-C, se non lo abbiamo sarà necessario comprare degli adattatori in grado di convertire le porte standard in quelle Type-C. Questo tipo di operazione riduce inevitabilmente le prestazioni però e va ad incidere sulla velocità massima di trasferimento dei dati. E’ bene sapere che Usb 3.1 e Usb Type-C non sono necessariamente collegati tra loro, infatti ci sono anche dispositivi di memoria esterna 3.1 che utilizzano le porte standard Type-A cui siamo abituati. Per queste ed altre informazioni visitate il sito https://hardiskesterni.it/